Venzone, tra i borghi più belli d'Italia

Ristorante Trattoria Alle Scaligere a Venzone

LA FESTA DELLA ZUCCA

La Festa della Zucca è una manifestazione quasi unica per la sua maniera un pò goliardica di interpretare le antiche cronache della Terra di Venzone. Nata quasi per caso nel 1991, mixando voglia di nuovo, ricerca di originalità e tanta buona volontà. Il successo poi, come sempre, l'ha decretato la gente, giungendo in paese persino dall'estero, per trascorrervi alcune ore divertenti, tra intrattenimento, buona cucina, storia e folclore: questo è la Festa della Zucca, che anima Venzone il quarto finesettimana di ottobre di ogni anno. Per il centro storico della cittadina medievale ecco allora sbucare come per incanto - come usciti da una fiaba o, se si preferisce, da un libro di storia - musici e giocolieri, mangiafuoco, nobildonne e cavalieri, personaggi come il Sindaco della Zucca ed i membri della Sacra ArciConfraternita della Zucca, i terribili armigeri, il ciarlatano ed il mendicante, il rustico con i pennuti e tanti altri. Ma al centro di tutto c'è sua maestà la zucca. Zucche dappertutto: in piazza, nelle vetrine, nelle locande e taverne, sulle bancarelle, zucche condite in ogni salsa, in grado di soddisfare anche il palato più curioso ed esigente, zucche di ogni forma e dimensione, poi addirittura misurate con quell'estemporaneo marchingegno che è lo zuccometro. Non basta: c'è anche la mostra concorso dei preziosi (e spesso dimenticati) ortaggi: zucche intagliate o decorate in mille maniere, tanto da diventare delle piccole opere d'arte.
Un premio particolare va alla più pesante: si sono avute zucche anche di 251 kg!


 
 
 
 

Venzone in ottobre riavrà la Festa della zucca

Dopo due anni di sospensione il sindaco vuole rilanciare l’evento d’autunno «Ottenuti contributi dalla Regione, la organizzeremo come in passato» di Piero Cargnelutti

www.venzone.it
www.prolocovenzone.it













VENZONE. La Festa della zucca tornerà a Venzone a partire dal prossimo autunno, nei numeri e nelle dimensioni che aveva un tempo. A confermare la notizia è il sindaco di Venzone Fabio Di Bernardo: «Si trattava - spiega il primo cittadino - di una manifestazione in grado di attirare 50-60 mila persone e dunque con grandi ricadute per l’intero territorio. Con questo spirito mi sono confrontato con la Regione nella persona del vice presidente Sergio Bolzonello, riproponendo la Festa delle zucca come uno dei grandi eventi finalizzati a promuovere il territorio. La Regione, che ringrazio, ha capito e ci è venuta incontro dando un contributo da 10 mila euro sia al Comune che alla Pro Venzone». Il sindaco Di Bernardo ha anche chiesto la collaborazione della Camera di commercio di Udine e della Comunità montana, e allo stesso tempo ha avviato una serie di incontri con la Pro Venzone e le associazioni di volontariato che anche in passato davano il loro contributo per la buona riuscita del grande evento, e ora si prepara a sentire anche i commercianti. Al momento è anche già stata fissata la data, ovvero il weekend del 24 e 25 ottobre. Tra gli obiettivi, vi è proprio la volontà di riproporre una grande manifestazione così come era stata organizzata in passato, ricca di proposte gastronomiche, mercatini, partecipazione di gruppi storici, e soprattutto in grado di attirare decine di migliaia di persone a Venzone.

«Sarà costituito un comitato - spiega il sindaco Di Bernardo - al quale parteciperanno tutte le associazioni, dove la Pro Venzone avrà sempre un ruolo importante di coordinamento ma anche l’amministrazione comunale sarà parte attiva con l’assessore Franco D'Angelo e il consigliere Eros Saidero. Era un impegno che ci eravamo presi l’anno scorso in campagna elettorale e in tempi difficili come questi riteniamo sia un segnale importante in particolare per la comunità di Venzone ma in generale per tutto il territorio». Dopo numerose edizioni che avevano riscontrato un grande successo, la

Festa della zucca era stata interrotta a causa del brutto tempo che aveva causato non poche problematiche economiche alla stessa Pro Loco, che oggi invece sono state risolte. L’anno scorso, in mancanza della festa, i commercianti avevano organizzato “Venzonevo”.